skip to Main Content
CNN 27.10.2020: These Destinations Were Overwhelmed By Tourists. Here’s How They’re Doing Now

La CNN fornisce un’inchiesta completa a proposito della situazione del turismo in luoghi iconici, da Machu Picchu a Dubrovnik, e fino a Venezia, “forse la destinazione più comunemente associata all’eccesso di turismo”.

In ognuno degli altri luoghi, i funzionari sono stati intervistati anche su politiche e nuovi piani, mentre la mancanza di governance a Venezia è evidente. Ecco alcuni estratti delle risposte di Jane da Mosto alla CNN, che sarebbero stati troppo lunghi per la storia finale:
“Odio la parola turismo, ha molte connotazioni negative. In futuro, spero che Venezia, collettivamente, torni a considerare le persone che vengono qui come visitatori. Pensiamo a come ci comportiamo quando visitiamo un amico. L’amico si preoccupa di rendere piacevole la tua visita e tu, allo stesso modo, ti comporti in un modo che sia adatto al contesto in cui il tuo amico ti pone. C’è un enorme potenziale per Venezia nella qualità della sua offerta: cibi deliziosi e caratteristici della laguna e della regione adriatica, artigianato e artigiani straordinari, esperienze culturali che vanno dai grandi eventi internazionali come la Biennale, alla possibilità di apprezzare l’umanità attraverso la straordinaria storia e arte di Venezia, e tante meravigliose esperienze all’aperto esplorando le isole della laguna, nuotando in mare al Lido, camminando senza fine per la città storica…” 
“È sempre più difficile prevedere quando la pandemia sarà sotto controllo e quale sarà lo stato dell’economia globale per quel momento. Quel che è certo è che sono necessarie decisioni politiche molto specifiche e concrete, che coinvolgano investimenti, incentivi e normative più severe per sostenere una visione a lungo termine di ciò che è meglio per Venezia. In tempi recenti, Venezia e i veneziani hanno dovuto resistere passivamente agli effetti di un’industria turistica che era guidata da ciò che era meglio per le aziende globalizzate e gli investimenti speculativi — non necessariamente o particolarmente sensibili a ciò che è meglio per il viaggiatore.”
Foto di Annie Drew.
Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close