skip to Main Content
SALON Magazine 06.2016 “Save Venice” Juergen Teller Con Jane Da Mosto

Vedi le foto e l’articolo qua: SALON 2016 – SAVE VENICE

SALON Save Venice Final pgs
Messaggio a Jane da Vivienne:
vivienne westwood message

Messaggio a Jane da Peter Elfert, SALON Editor-in-Chief:

you make me super happy

 

wahv e Vivienne Westwood sono partners nella campagna SAVE VENICE

COME È INIZIATA LA COLLABORAZIONE…

Tratto dal Diario di Vivienne Westwood: giovedì 19 Nov. 2015:

Giovedì 19 Nov: In viaggio per Venezia per la nostra campagna. Lì incontreremo Juergen. Eravamo arrivati in anticipo all’aeroporto di Gatwick, stavamo prendendo un caffè quando sono arrivati uno alla volta i tre modelli. Erano tutti adorabili, giovani. Ho fatto una domanda a Naleye riguardo il suo nome. Suo padre è afro-asiatico e sua madre olandese. Mi disse che quando era in partenza da NewYork il telegiornale della CNN mostrava l’immenso dolore dopo la strage di Parigi, ma non menzionò mai che le persone che erano diventate terroristi dell’Isis erano state addestrate negli Stati Uniti, Regno Unito e Francia. Naleye è così simpatico, quando eravamo in volo ha strappato questa pagina dal suo libro e me l’ha data.
Come ti chiami? Ho chiesto alla ragazza dagli spessi capelli lunghi fino ai fianchi. ee-A! (IA) rispose tuonando. Pronta a tutto. Molto dolce con questa voce potente– faceva domande e osservazioni chiare.
Amelia, con un forte senso civico, veniva dalla Repubblica Dominicana. Le piaceva visitare l’Europa. Nel suo paese è pericoloso uscire la sera/ il livello di razzismo varia a seconda di quanto chiara è la pelle, le persone sono ai margini della società senza mezzi di sussistenza. Gli Haitiani che sono nati lì sono adesso apolidi e senza un posto dove andare.
Nadia, truccatrice proveniente da Liverpool, si unisce a noi con la sua valigiona piena di prodotti per capelli e di trucchi. I modelli sono così giovani e carini che il trucco non serve. Naleye aveva un orzaiolo, ma non importava. Ecco perché quando abbiamo un evento dipingiamo un tema sulla loro faccia – o uno stratagemma. Il mio preferito è ancora quello di quando Andreas ha detto di farli sembrare dei cavalli.
Nadia ha semplicemente incipriato (ho provato insieme a lei qualcosa su IA e le stava bene, ma alla fine abbiamo preferito non truccarla).
Nessuno dei modelli era mai stato a Venezia prima di allora. Erano emozionati sul taxi acqueo. Abbiamo pranzato. Quella sera la nostra squadra, compresa l’importante Sabina – super stylist ha messo insieme i vestiti per il servizio fotografico e li ha fatti provare ai modelli.
Il giorno seguente il programma prevedeva di noleggiare un taxi e un barcone e fare un giro. A Juergen non piacevano quei posti turistici per fare le foto e così abbiamo approfittato dell’invito di Jane da Mosto a fare le riprese nel palazzo dove abita.
Quella sera arrivò il quarto modello di nome Colby (che ripartiva per gli Stati Uniti la mattina seguente). É una porno star. Quando Andreas mi aveva fatto vedere la sua foto e mi aveva chiesto la mia opinione io gli ho detto immediatamente che sapevo il perché lui fosse una porno star, aveva la faccia della persona più gentile al mondo, esattamente come si è dimostrato. Colby ha un grande spirito di osservazione e conosce Venezia molto più di me. Sa che cosa abbiamo di fronte riguardo i temi ambientali. Juergen ci ha portato in un negozio che aveva delle vasche per pesci. I pesciolini ti fanno il solletico mentre si cibano dello strato di cellule morte della tua pelle, alla fine esci dal negozio con piedi liscissimi.
Qualcuno aveva buttato via un nostro scatolone di cartone contenente tutti i cappelli incartati nei fazzoletti, pensavano fosse spazzatura. É successo dopo aver fatto le foto.
La Contessa Jane da Mosto è molto importante. È una scienziata e si batte per salvare Venezia: ci mette passione. Nel 1966 ci fu una terribile acqua alta e da allora si è iniziato ad analizzare il problema e a proporre soluzioni. La laguna è una delle zone umide più belle al mondo: una raffinata simbiosi tra la flora e la fauna che stabilizzano i sedimenti provenienti dai fiumi e Venezia stessa che è cresciuta insieme alla laguna. Se non ci fosse stata Venezia le zone umide sarebbero diventate una cosa sola con la terraferma oppure una baia– visto che il mare avrebbe spazzato via i sedimenti. weareherevenice.org
Il problema più grande ora sembra essere quello delle navi da crociera che lacerano la laguna. Un’economia totalmente falsa permette il loro arrivo. Jane dice che Venezia è il canarino nella miniera. Se non riusciamo a salvare Venezia, come possiamo salvare il mondo?

http://www.viviennewestwood.com/blog/venice-venetians-venice-world

http://www.viviennewestwood.com/collections/campaign/spring-summer

http://www.viviennewestwood.com/en-gb/blog/featured-writer-lieselot-de-wilde-mask-venice

http://www.viviennewestwood.com/en-gb/blog/qa-charles-saumarez-smith

http://www.viviennewestwood.com/en-gb/blog/venice%E2%80%99s-architecture-grand-canal-francesco-da-mosto

http://www.viviennewestwood.com/blog/vivienne%E2%80%99s-pre-show-message-be-specific

http://www.viviennewestwood.com/blog/vivienne%E2%80%99s-pre-show-message-intellectuals-unite-0

http://climaterevolution.co.uk/wp/

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close